Proteggere la chiavetta usb con una password

proteggere-pendrive-chiavetta-usb

Oggi il team di Tecnoreview.it vi presenta uno dei metodi più rapidi e funzionali per proteggere la chiavetta usb con una password e poterla utilizzare su ogni pc. L’utilizzo delle pendrive ad oggi è molto diffuso visto che chiunque di noi ne possiede una e come tutti sappiamo chiunque potrebbe prenderla, collegarla ed utilizzarla per visionare o cancellare file.

Proprio per questo vi spieghiamo come proteggere la vostra pendrive con una password. Innanzitutto scarichiamo Rohos mini drive che ci permetterà proprio di fare questo.

Dopo averlo scaricato ed installato andiamo ad inserire la nostra penna USB e successivamente apriamo il programma per proteggere la nostra chiavetta usb con una password:

proteggere-chiavetta-usb-con-password





















– Andiamo sulla voce Setup usb key
– Controlliamo che il programma abbia rilevato correttamente la penna usb da proteggere con password, nel caso sarà possibile cambiarla semplicemente attraverso il tasto Change.
– A questo punto dobbiamo immettere la password per la chiavetta usb e non ci resterà altro che premere Create Disk per creare la partizione virtuale ed applicare la password sulla nostra chiavetta usb.

Dopo di questo naturalmente la seconda questione che necessariamente affrontare è come immettere la password per la chiavetta usb nel momento in cui inseriamo la chiavetta usb in un pc che non è il nostro. Ed ora vi spieghiamo anche questo.

Dopo aver inserito la chiavetta usb nel pc dove andremo ad utilizzarla andiamo alla lettera dell’unità che identifica la nostra chiavetta usb ed apriamo la directory principale. All’interno troveremo il file Rohos mini.exe che andremo ad aprire e ci apparirà una finestra che ci richiederà di inserire la password.

Sarà sufficiente inserire la password esatta per utilizzare la nostra chiavetta usb.
Rohos mini drive è un programma utile per proteggere con una password i dati sensibili di una chiavetta usb in modo facile e veloce senza essere degli assi del pc.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*