Libro Unico, L’Italia e il Mondo Sono Pronti a Questa Rivoluzione?

Libro-Unico,-L’Italia-e-il-Mondo-Sono-Pronti-a-Questa-Rivoluzione

Oggi siamo lieti di presentarvi, in esclusiva, un progetto in cui crediamo molto e speriamo in una facile diffusione. Stiamo parlando del libro unico, brevettato e in fase di realizzazione da un nostro connazionale. Un’idea che ha subito trovato i nostri consensi appena ci è stata illustrata, sicuramente un oggetto che nella sua semplicità rivoluzionerà il mondo della scuola e il modo di studiare, con molti vantaggi per tutti. Andiamo a scoprire come sarà il libro unico e tutte le sue caratteristiche.

Per prima cosa parliamo dei vantaggi che porterà il libro unico, sostanzialmente vi parliamo dei 3 principali vantaggi del libro unico.

  1. Ecologico, pensiamo al consumo di carta che verrà facilmente azzerato, infatti il progetto del libro unico è concepito grazie ad un dispositivo elettronico, molto semplice e facile da utilizzare.
  2. Sostituendo i numerosi libri degli studenti con un unico dispositivo in grado di contenere tutti i libri degli anni scolastici, la schiena sicuramente ne trarrà vantaggi, uno studio ha dimostrato che già all’età di 6/7 anni, i piccoli studenti cominciano ad accusare dolori alla schiena che successivamente si aggravano con il passare degli anni.
  3. Economico, uno dei fattori più importanti del libro unico. Ogni anno tutte le famiglie spendono moltissimo per i libri di tutto l’anno scolastico. Con il libro unico si potrà risparmiare fino a 10 volte in meno.

Veniamo ora alle caratteristiche tecniche del libro unico, dispositivo elettronico da non confondere con i più comuni e-book. Sostanzialmente ha la forma di un normale libro, dotato di due schermi da 10″ e una serie di pulsanti per interagire con l’interfaccia utente e per sfogliare il libro stesso.

All’esterno ci sarà un guscio di gomma che servirà a rivestire il libro unico e ammortizzare eventuali urti, inoltre grazie ad un innovativo sistema i due schermi, qualora dovessero cadere da un banco scolastico, non resteranno rigidi e fermi come accade nell’ebook, ma saranno in grado di compiere piccoli spostamenti in modo da attutire il colpo e evitare rotture. Tutto questo ovviamente accade solo ed esclusivamente qualora ci sia un urto.

Un altro vantaggio del libro unico, e che lo differenzia dall’ebook, è la mancanza di sistemi operativi particolari e memorie come hard disk, questo oltre che facilitare l’uso del libro unico come dispositivo elettronico, porta anche dei vantaggi per quanto riguarda un’eventuale manutenzione del libro unico, infatti hardware come hard disk sono molto fragili, ad ogni urto bisognerebbe cambiare il singolo pezzo. Il libro unico ha solamente come supporto hardware una memory card, dove andremo ad inserire tutti i libri dell’anno scolastico in corso, accessibili ovviamente da una semplice interfaccia utente fatta da menù.

Le pagine del libro verranno “sfogliate” grazie a tasti posti nel libro unico, ovviamente ci sarà la possibilità di passare alla pagina successiva, di saltarne 10,50,ecc. lo stesso per le pagine precedenti. Ci saranno poi altri pulsanti per interagire con il menù, per entrare o uscire dal libro e per scorrere gli stessi.

Essendo un dispositivo elettronico molto semplice, le batterie in dotazione saranno due con un’ampia durata, potrebbe arrivare fino a 10 ore di autonomia.

Per quanto riguarda la commercializzazione, può avvenire in due modi. Vendere il libro unico direttamente agli studenti (come avviene per i libri normali), oppure sarà interessante se, a questa rivoluzione della scuola, sarà interessato anche lo Stato, basti pensare infatti i contributi e il finanziamento che lo Stato fornisce per le persone che rientrano in un certo reddito, con quei soldi si potrebbe avere il libro unico per tutti gli studenti.

Da parte nostra vediamo molti vantaggi in questo progetto del libro unico che speriamo possa rivoluzionare la scuola, inoltre la tecnologia ad oggi permette di fare moltissime cose, sicuramente non viene sfruttata al meglio per le potenzialità che offre, questa ci sembra un’ottima occasione. Per qualsiasi informazione potete contattarci tramite il modulo nella sezione CONTATTI, oppure scrivere direttamente a chi ha inventato e brevettato il libro unico, mandando una mail a librounico@virgilio.it

Ovviamente vogliamo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento e facci sapere la tua opinione.

4 Comments

  1. Se non fossimo in Italia sarebbe una bell’idea…persino fattibile.

    Ma qui dobbiamo considerare tutte quelle povere aziende che vendono i libri fatturando SOLO DECINE di miliardi; poverine, pensate che per campare tutti i gli anni sono anche costrette a vendere lo stesso libro a 3-4 euro in più.

    Sinceramente non me la sento di impedire al manager della McGraw-Hill (o alla Rizzoli, Hoepli, Einaudi, Mondadori, ecc… ) di andare in giro in Porsche mentre mio figlio si spacca la schiena per portare 50 libri.
    Rischieremmo di mandare in crisi anche il settore delle automobili di lusso :-( e Dio ce ne scampi.

    P.S. Complimenti per l’articolo anche se, a dirla tutta, mancano dei riferimenti in termini di costi e disponibilità del prodotto.

  2. Ciao Michele,
    quello che hai sollevato è l’unico problema che si potrebbe verificare. Purtroppo ci sono molte realtà che testimoniamo questo fatto, ma prima o poi bisogna fare questa rivoluzione, la tecnologia in questo ambito non è proprio presa in considerazione. Per quanto riguarda i costi e disponibilità ancora non abbiamo informazioni precise quindi vogliamo aspettare a dare questi dati, sicuramente vi terremo aggiornati, nel frattempo potete scrivere alla mail di chi ha brevettato e si sta muovendo personalmente per questo progetto.
    Saluti

  3. Scusate raga, ma nn ò capito: qst libro è tipo 1 mini computer? E come funziona? Posso usarci facebook? :)

  4. Ciao pippy,
    il libro è un concepito come dispositivo elettronico con finalità concentrate esclusivamente nell’uso scolastico, ma ovviamente qualora dovesse prendere piede non si escludono altri utilizzi.
    Ad esempio, i campi di utilizzo potrebbero essere anche la lettura di un libro normale e in futuro chissà, anche per Facebook!! 😀
    Ovviamente, se vi vengono in mente altri settori, fatecelo sapere. Ogni idea è ben accettata!!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*