Tutti sappiamo che Android è uno dei sistemi operativi migliori per smartphone che si trovano in circolazione, nonostante tutto soffre di alcune anomalie di base che possono risultare stressanti nel nostro uso giornaliero, come la velocità in scrittura e nell’apertura di applicazioni, crash inaspettati ecc. o semplicemente, soprattutto se siamo possessori di un telefono dotato di Android, non vediamo l’ora di smanettarci alla ricerca dell’ultima personalizzazione disponibile.

Per ovviare a questi problemi o per placare la nostra sete di personalizzazione oggi vi presentiamo questa guida su come possiamo migliorare alcuni aspetti delle rom basilari di Android installando una custom Rom sul nostro smartphone Android grazie a Clockworkmod Recovery.

Vogliamo ricordare che queste Rom “modificate” vengono rilasciate da dei team appassionati di Android per risolvere i difetti sopra descritti e migliorarne diversi aspetti, inoltre va ancor meglio specificato che questa procedura va ad invalidare la garanzia del produttore poiché avremo bisogno dei permessi di root per accedere al pannello delle opzioni nascoste e continuare l’installazione della rom.

Innanzitutto passiamo a vedere cosa occorre per installare una Custom Rom su Android:

1) Dispositivo Android;
2) Una Custom Rom;
3) Clockworkmod Recovery ;
4) Permessi di Root ( le procedure sono diverse per ogni terminale );

Ora passiamo dall’aspetto teorico al pratico:

  • come prima cosa prendiamo come punto di riferimento la CyanogenMod 7 (disponibile sul sito del programmatore ), inseritela all’interno della memoria Sd (mi raccomando scaricate la versione per il vostro dispositivo!);
  • Installiamo la recovery Clockworkmod Recovery andando direttamente sul market di Android, scaricando Rom Manager ed installando la recovery al suo interno;
  • Riavviamo il dispositivo in modalità Recovery, ed aspettiamo che compaia l’interfaccia iniziale ( ogni dispositivo ha la propria procedura per avviarlo in Recovery, cercate semplicemente su internet il vostro telefono);
  • Ora muoviamoci sulla stessa schermata tramite i tasti del volume per andare in alto ed in basso e con il tasto di accensione per confermare le voci selezionate;
  • Seguiamo bene questi passaggi sono tre ma vanno fatti per ordine, al fine della buona riuscita:
  • * Wipe data/factory reset e selezionate ‘Yes’
    * Wipe cache partition e selezionate ‘Yes’
    * Wipe Dalvik cache e selezionate ‘Yes’ — questo si trova all’interno della scheda Advance;

  • Adesso selezioniamo la scheda “install zip from sd card” e confermiamo, andiamo su “choose zip from sd card” e selezioniamo il file zip che avevamo caricato all’inizio, date il comando Yes ed attendiamo il completamento dell’installazione della Custom Rom
  • Riavviamo per l’ultima volta Android scegliendo Reboot system now, ed avremo il nostro dispositivo modificato!
  • Nel caso in cui l’installazione ha avuto esito negativo, non dobbiamo far altro che ripetere la medesima procedura dai 3 wipe.Se invece ci fossero delle ulteriori anomalie nell’atto di installazione attraverso Clockworkmod Recovery, è anche possibile ripristinare il dispositivo allo stato iniziale.

    Buona installazione e personalizzazione!

    Ricordiamo che Tecnoreview.it non è responsabile di eventuali danni arrecati ai vostri dispositivi e che le procedure sono solamente a scopo illustrativo. L’utente effettua la procedura a suo rischio e pericolo.

    Articoli che ti potrebbero interessare