Windows-Mobile-7-Uscita-a-Breve

Microsoft sembra intenzionata a rilasciare la nuova versione del sistema operativo dedicato a dispositivi mobile a breve. Windows Mobile 7 dovrebbe arrivare nel prossimo congresso mobile world 2010 che si terrà a Barcellona a febbraio. L’uscita di Windows Mobile 7 non è stato reso ufficiale, infatti Microsoft non ha voluto commentare queste prime indiscrezioni, quindi ci potrebbe essere un ripensamento dell’azienda americana.

Quello che possiamo dire con certezza è che a febbraio ci sarà un aggiornamento che porterà Windows Mobile alla versione 6.6, con delle migliorie riguardanti i schermi capacitivi, sempre più utilizzati negli smartphone di fascia alta. Per quanto riguarda il nuovo sistema operativo Windows Mobile 7, possiamo dire che sarà un sistema molto rivoluzionato per l’aspetto grafico, inoltre sarà molto versatile in grado di accontentare gli utenti più esigenti.

Analizzando le indiscrezioni sul nuovo sistema operativo Windows Mobile 7, possiamo ipotizzare che verrà presentato nel primo trimestre del 2010, ma per l’uscita di Windows Mobile 7 bisognerà aspettare la fine di questo nuovo anno, come tra l’altro ha annunciato più volte Microsoft.

Queste sono solo ipotesi, in realtà l’azienda americana, potrebbe anticipare un po i tempi, visto la concorrenza con gli altri sistemi operativi mobile, Android in primis, ma anche Apple visto che in estate dovrebbe uscire l’iphone 4g che dovrebbe portare anche il nuovo sistema operativo sviluppato dall’azienda di Cupertino.

Per Windows Mobile 7 possiamo dire che sicuramente non sarà un restyling di Windows Mobile 6 (com’è successo per il 6.5 e 6.6), ma sarà totalmente rivoluzionario, in primis per la grafica, ma anche per quanto riguarda la velocità nell’aprire le applicazioni. Con questa versione inoltre, si punterà sempre più sul multi-touch, tecnologia saldamente in mano a Apple, con un multi-touch formidabile e ancora non eguagliato da nessun dispositivo con sistemi operativi diversi da quello di Apple.

Articoli che ti potrebbero interessare